Le News della Camera di Commercio di Macerata http://www.mc.camcom.it http://www.mc.camcom.it/images/logo_camcom.gif http://www.mc.camcom.it Camera di Commercio di Macerata Le News della Camera di Commercio di Macerata http://blogs.law.harvard.edu/tech/rss http://www.mc.camcom.it <![CDATA[ XIVa edizione della Settimana nazionale della conciliazione delle Camere di commercio. ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2819C22S21/-XIVa-edizione-della-Settimana-nazionale-della-conciliazione-delle-Camere-di-commercio-.htm Tue, 17 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2819C22S21/-XIVa-edizione-della-Settimana-nazionale-della-conciliazione-delle-Camere-di-commercio-.htm Dal 20 al 24 novembre 2017 è in programma la quattordicesima  edizione della “Settimana Nazionale della Conciliazione delle Camere di commercio”, il tradizionale appuntamento promosso dal sistema camerale  per diffondere la conoscenza e i vantaggi della mediazione e degli strumenti di giustizia alternativa in generale.
 
L'Organismo di Mediazione n. 40 della Camera di commercio di Macerata, in funzioni associate con le Camere di commercio di Ascoli Piceno e di Fermo garantisce una competenza territoriale su tutto il territorio Marche Sud,  gli utenti che si rivolgono a questo Organismo, possono esperire il tentativo anche presso le consorelle di Ascoli Piceno e di Fermo.
 

Da questo anno l'Organismo, oltre alle controversie in materia di telecomunicazione,  è abilitato anche per le controversie in materia di acqua, luce e gas.
 

L'Organismo dellel Camere di commercio, professionalmente qualificato e indipendente,  costituisce una garanzia nei confronti delle parti contendenti affinché l'accordo conciliativo sia concluso in un contesto opportunamente controllato e sotto l'egida di un Regolamento ministeriale.
 
I nostri uffici ed il nostro personale sono a disposizione per fornire tutte le informazioni necessarie affinché si determini una vera propensione a far ricorso a questi mezzi di giustizia alternativa.
 
Organismo di mediazione n. 40 - Camera di commercio Macerata  Ascoli Piceno e Fermo:
 Camera commercio di Macerata -  regolazione.mercato@mc.camcom.it
 Camera commercio di Ascoli Piceno - conciliazione@ap.camcom.it
 Camera commercio di Fermo - regolazione.mercato@fm.camcom.it
 

]]>
Dal 20 al 24 novembre 2017 è in programma la quattordicesima  edizione della “Settimana Nazionale della Conciliazione delle Camere di commercio”, il tradizionale appuntamento promosso dal sistema camerale  per diffondere la conoscenza e i vantaggi della mediazione e degli strumenti di giustizia alternativa in generale.
 
L'Organismo di Mediazione n. 40 della Camera di commercio di Macerata, in funzioni associate con le Camere di commercio di Ascoli Piceno e di Fermo garantisce una competenza territoriale su tutto il territorio Marche Sud,  gli utenti che si rivolgono a questo Organismo, possono esperire il tentativo anche presso le consorelle di Ascoli Piceno e di Fermo.
 

Da questo anno l'Organismo, oltre alle controversie in materia di telecomunicazione,  è abilitato anche per le controversie in materia di acqua, luce e gas.
 

L'Organismo dellel Camere di commercio, professionalmente qualificato e indipendente,  costituisce una garanzia nei confronti delle parti contendenti affinché l'accordo conciliativo sia concluso in un contesto opportunamente controllato e sotto l'egida di un Regolamento ministeriale.
 
I nostri uffici ed il nostro personale sono a disposizione per fornire tutte le informazioni necessarie affinché si determini una vera propensione a far ricorso a questi mezzi di giustizia alternativa.
 
Organismo di mediazione n. 40 - Camera di commercio Macerata  Ascoli Piceno e Fermo:
 Camera commercio di Macerata -  regolazione.mercato@mc.camcom.it
 Camera commercio di Ascoli Piceno - conciliazione@ap.camcom.it
 Camera commercio di Fermo - regolazione.mercato@fm.camcom.it
 

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ IMPRESAITALIA.IT: il cassetto digitale dell'imprenditore ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2790C22S21/-IMPRESAITALIA-IT--il-cassetto-digitale-dell-imprenditore.htm Fri, 13 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2790C22S21/-IMPRESAITALIA-IT--il-cassetto-digitale-dell-imprenditore.htm  E’ attivo il nuovo portale gratuito www.impresa.italia.it per imprenditori e imprenditrici che permette l'accesso da smartphone, tablet e PC alle informazioni sulla propria impresa quali per esempio la visura, atti, bilanci e fascicolo dell'impresa.

Il cosiddetto “cassetto digitale” permette inoltre di consultare le pratiche presentate al SUAP e la propria situazione dei pagamenti del diritto annuale e di stabilire contatti con le imprese start up.

Il nuovo servizio è gratuito e accessibile utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o l’identità digitale SPID e fa parte del processo di semplificazione e innovazione intrapreso dal sistema camerale italiano a sostegno dell’Agenda Digitale italiana ed europea.

]]>
 E’ attivo il nuovo portale gratuito www.impresa.italia.it per imprenditori e imprenditrici che permette l'accesso da smartphone, tablet e PC alle informazioni sulla propria impresa quali per esempio la visura, atti, bilanci e fascicolo dell'impresa.

Il cosiddetto “cassetto digitale” permette inoltre di consultare le pratiche presentate al SUAP e la propria situazione dei pagamenti del diritto annuale e di stabilire contatti con le imprese start up.

Il nuovo servizio è gratuito e accessibile utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS) o l’identità digitale SPID e fa parte del processo di semplificazione e innovazione intrapreso dal sistema camerale italiano a sostegno dell’Agenda Digitale italiana ed europea.

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Aggiornamento della modulistica registro imprese - In vigore dal 15/10/2017 ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2818C22S21/Aggiornamento-della-modulistica-registro-imprese---In-vigore-dal-15-10-2017.htm Fri, 13 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2818C22S21/Aggiornamento-della-modulistica-registro-imprese---In-vigore-dal-15-10-2017.htm  È stato pubblicato, sul sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico (e sulla G.U. n. 229 del 30 settembre 2017), il decreto direttoriale del 13 settembre 2017, recante "Approvazione delle specifiche tecniche per la creazione di programmi informatici finalizzati alla compilazione delle domande e delle denunce da presentare all'ufficio del registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico. Integrazione del DM 18 ottobre 2013".

Il decreto ha apportato modifiche ed integrazioni alle specifiche tecniche della modulistica Registro Imprese e REA (D.M. 18 ottobre 2013 e sue successive modifiche), in particolare:

·         sono stati modificati i codici e/o le denominazioni di alcuni comuni in seguito ad accorpamenti e variazioni intervenute (in tabella COM)

·         all'interno del modulo S1 è stato introdotto il nuovo riquadro "20/altri atti e fatti soggetti a iscrizione e a deposito", analogo a quello presente sul modulo S2, volto a consentire l'indicazione di alcune informazioni in sede di prima iscrizione, nel Registro delle Imprese, di società ed altri organismi

·         sono stati introdotti i seguenti nuovi "codici tipo documento":

o    "C47 / modello verifica dinamica requisiti", per la verifica dinamica dei requisiti di agenti e rappresentanti di commercio, mediatori, mediatori marittimi e spedizionieri

o    "R09 / relazione perseguimento beneficio comune società benefit", per la relazione annuale concernente il perseguimento del beneficio comune della società benefit, da allegare al bilancio (art. 1, comma 382, della legge 208/2015)

o    "D36 / startup-dichiarazione soci con trasparenza (DL 179/12 art. 25 c. 12)", per la dichiarazione di veridicità e trasparenza rispetto al fiduciante dell'eventuale società fiduciaria di start-up innovativa, da allegare nelle ipotesi e secondo quanto previsto dalla circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 3699/C del 13/06/2017.

Le nuove specifiche tecniche (e quindi la nuova modulistica) entreranno in vigore il 15 ottobre 2017 e diventeranno obbligatorie dal 1° dicembre 2017; da questa data quindi non potranno più essere utilizzati i programmi realizzati sulla base delle specifiche tecniche approvate con precedenti decreti ministeriali.

]]>
 È stato pubblicato, sul sito Internet del Ministero dello Sviluppo Economico (e sulla G.U. n. 229 del 30 settembre 2017), il decreto direttoriale del 13 settembre 2017, recante "Approvazione delle specifiche tecniche per la creazione di programmi informatici finalizzati alla compilazione delle domande e delle denunce da presentare all'ufficio del registro delle imprese per via telematica o su supporto informatico. Integrazione del DM 18 ottobre 2013".

Il decreto ha apportato modifiche ed integrazioni alle specifiche tecniche della modulistica Registro Imprese e REA (D.M. 18 ottobre 2013 e sue successive modifiche), in particolare:

·         sono stati modificati i codici e/o le denominazioni di alcuni comuni in seguito ad accorpamenti e variazioni intervenute (in tabella COM)

·         all'interno del modulo S1 è stato introdotto il nuovo riquadro "20/altri atti e fatti soggetti a iscrizione e a deposito", analogo a quello presente sul modulo S2, volto a consentire l'indicazione di alcune informazioni in sede di prima iscrizione, nel Registro delle Imprese, di società ed altri organismi

·         sono stati introdotti i seguenti nuovi "codici tipo documento":

o    "C47 / modello verifica dinamica requisiti", per la verifica dinamica dei requisiti di agenti e rappresentanti di commercio, mediatori, mediatori marittimi e spedizionieri

o    "R09 / relazione perseguimento beneficio comune società benefit", per la relazione annuale concernente il perseguimento del beneficio comune della società benefit, da allegare al bilancio (art. 1, comma 382, della legge 208/2015)

o    "D36 / startup-dichiarazione soci con trasparenza (DL 179/12 art. 25 c. 12)", per la dichiarazione di veridicità e trasparenza rispetto al fiduciante dell'eventuale società fiduciaria di start-up innovativa, da allegare nelle ipotesi e secondo quanto previsto dalla circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 3699/C del 13/06/2017.

Le nuove specifiche tecniche (e quindi la nuova modulistica) entreranno in vigore il 15 ottobre 2017 e diventeranno obbligatorie dal 1° dicembre 2017; da questa data quindi non potranno più essere utilizzati i programmi realizzati sulla base delle specifiche tecniche approvate con precedenti decreti ministeriali.

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ BRIS: il registro europeo delle imprese ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2800C22S21/BRIS--il-registro-europeo-delle-imprese.htm Fri, 13 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2800C22S21/BRIS--il-registro-europeo-delle-imprese.htm   Con decreto direttoriale dell’8 giugno 2017, in vigore dal 29 agosto 2917,  il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha definito le regole per l’attuazione della direttiva 2012/17/UE (BRISBusiness Registers Interconnection System) al fine di consentire l'interscambio di dati tra il registro delle imprese italiano e i registri delle imprese unionali.

Per conformare l'ordinamento nazionale alle previsioni dell’ art. 5 della direttiva 2012/17/UE è previsto che gli uffici del registro delle imprese provvederanno a dare pubblicità alle succursali, presenti sul territorio italiano, di società di capitali aventi sede legale in altri Paesi membri, mediante il sistema di interconnessione dei registri delle imprese UE, e all'assegnazione a ciascuna di tali succursali di un identificativo unico, che consenta di identificarle in modo inequivocabile.

Attraverso il BRIS verranno, inoltre, condivise a livello europeo le notizie concernenti le fusioni transfrontaliere,  l'apertura o la chiusura di procedimenti di liquidazione o insolvenza e la cancellazione delle società di capitali.
Il BRIS è consultabile da qualsiasi interessato dal sito
e-justice.europa.eu: sono già  fornite gratuitamente le informazioni relative a denominazione, sede legale e numero di iscrizione nel registro delle imprese nazionale. Per gli altri dati ed atti (non ancora accessibili) gli utenti saranno soggetti ad un diritto di segreteria da determinare ai sensi dell’art. 18 L. 580/93.
Le specifiche  tecniche approvate con decreto ministeriale del 15 maggio 2017 introducono nuovi campi  nei modelli S1 e S2 (riquadri 5 ed 11) che dovranno essere compilati dagli utenti che 
         iscrivono o modificano  una sede secondaria di società UE con l'indicazione del codice Stato (tabella TEC), il codice registro (tabella TER) e l’EUID (identificativo unico europeo della società estera) reperibile tramite la consultazione gratuita del portale e-Iustice

 

 

 

 

 

]]>
  Con decreto direttoriale dell’8 giugno 2017, in vigore dal 29 agosto 2917,  il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha definito le regole per l’attuazione della direttiva 2012/17/UE (BRISBusiness Registers Interconnection System) al fine di consentire l'interscambio di dati tra il registro delle imprese italiano e i registri delle imprese unionali.

Per conformare l'ordinamento nazionale alle previsioni dell’ art. 5 della direttiva 2012/17/UE è previsto che gli uffici del registro delle imprese provvederanno a dare pubblicità alle succursali, presenti sul territorio italiano, di società di capitali aventi sede legale in altri Paesi membri, mediante il sistema di interconnessione dei registri delle imprese UE, e all'assegnazione a ciascuna di tali succursali di un identificativo unico, che consenta di identificarle in modo inequivocabile.

Attraverso il BRIS verranno, inoltre, condivise a livello europeo le notizie concernenti le fusioni transfrontaliere,  l'apertura o la chiusura di procedimenti di liquidazione o insolvenza e la cancellazione delle società di capitali.
Il BRIS è consultabile da qualsiasi interessato dal sito
e-justice.europa.eu: sono già  fornite gratuitamente le informazioni relative a denominazione, sede legale e numero di iscrizione nel registro delle imprese nazionale. Per gli altri dati ed atti (non ancora accessibili) gli utenti saranno soggetti ad un diritto di segreteria da determinare ai sensi dell’art. 18 L. 580/93.
Le specifiche  tecniche approvate con decreto ministeriale del 15 maggio 2017 introducono nuovi campi  nei modelli S1 e S2 (riquadri 5 ed 11) che dovranno essere compilati dagli utenti che 
         iscrivono o modificano  una sede secondaria di società UE con l'indicazione del codice Stato (tabella TEC), il codice registro (tabella TER) e l’EUID (identificativo unico europeo della società estera) reperibile tramite la consultazione gratuita del portale e-Iustice

 

 

 

 

 

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Imprese innovative ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2817C22S21/Imprese-innovative.htm Fri, 13 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2817C22S21/Imprese-innovative.htm Consulta la nuova pagina del sito Imprese innovative dedicata alle START UP ed alle PMI innovative.

]]>
Consulta la nuova pagina del sito Imprese innovative dedicata alle START UP ed alle PMI innovative.

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Etichettatura alimenti: obbligo di indicare lo stabilimento di produzione ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2809C22S21/Etichettatura-alimenti--obbligo-di-indicare-lo-stabilimento-di-produzione.htm Wed, 11 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2809C22S21/Etichettatura-alimenti--obbligo-di-indicare-lo-stabilimento-di-produzione.htm I prodotti alimentari preimballati, destinati al consumatore finale o alle collettività, devono recare, sull’etichetta, l’indicazione della sede dello stabilimento di produzione ovvero, qualora diverso, di confezionamento. 
 

Questo l’obbligo istituito dal D.lgs. n. 145 del 15 settembre 2017, pubblicato sulla G.U. del 7 ottobre scorso, col fine di garantire, oltre ad una più completa informazione all’utente, anche una migliore rintracciabilità dell’alimento.
 
Il decreto legislativo in questione attua alcune previsioni della legge di delegazione europea 2015 (Legge 12 agosto 2016, n. 170), introducendo misure per il recepimento e adeguamento, nell’ordinamento interno, del regolamento UE n. 1169/2011 (25 ottobre 2011) del Parlamento europeo e del Consiglio, “a garanzia della corretta e completa informazione al consumatore e della rintracciabilità dell’alimento da parte degli organi di controllo, nonché per la tutela della salute”.
 
Nella specie, il decreto delegato riguarda più propriamente l’indicazione obbligatoria in etichetta della sede e dell’indirizzo dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento: per tutti i prodotti alimentari preimballati destinati al consumatore finale o alle collettività, sarà quindi necessario imprimere sull’etichetta la sede dello stabilimento di produzione ovvero, qualora differente, quello di confezionamento.
 

Il provvedimento troverà applicazione solo dal centottantesimo giorno successivo alla pubblicazione del 7 ottobre scorso, con la precisazione che gli alimenti immessi sul mercato o etichettati in difformità di tali norme, entro il suddetto termine, possono essere commercializzati fino all’esaurimento delle relative scorte

regolazione.mercato@mc.camcom.it

 

]]>
I prodotti alimentari preimballati, destinati al consumatore finale o alle collettività, devono recare, sull’etichetta, l’indicazione della sede dello stabilimento di produzione ovvero, qualora diverso, di confezionamento. 
 

Questo l’obbligo istituito dal D.lgs. n. 145 del 15 settembre 2017, pubblicato sulla G.U. del 7 ottobre scorso, col fine di garantire, oltre ad una più completa informazione all’utente, anche una migliore rintracciabilità dell’alimento.
 
Il decreto legislativo in questione attua alcune previsioni della legge di delegazione europea 2015 (Legge 12 agosto 2016, n. 170), introducendo misure per il recepimento e adeguamento, nell’ordinamento interno, del regolamento UE n. 1169/2011 (25 ottobre 2011) del Parlamento europeo e del Consiglio, “a garanzia della corretta e completa informazione al consumatore e della rintracciabilità dell’alimento da parte degli organi di controllo, nonché per la tutela della salute”.
 
Nella specie, il decreto delegato riguarda più propriamente l’indicazione obbligatoria in etichetta della sede e dell’indirizzo dello stabilimento di produzione o, se diverso, di confezionamento: per tutti i prodotti alimentari preimballati destinati al consumatore finale o alle collettività, sarà quindi necessario imprimere sull’etichetta la sede dello stabilimento di produzione ovvero, qualora differente, quello di confezionamento.
 

Il provvedimento troverà applicazione solo dal centottantesimo giorno successivo alla pubblicazione del 7 ottobre scorso, con la precisazione che gli alimenti immessi sul mercato o etichettati in difformità di tali norme, entro il suddetto termine, possono essere commercializzati fino all’esaurimento delle relative scorte

regolazione.mercato@mc.camcom.it

 

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Marchio di Qualit - Agriturismo, Stabilimenti Balneari e Agenzie di Viaggio: pubblicato il Bando, con scadenza 27 ottobre 2017 ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A1175C22S21/Marchio-di-Qualita---Agriturismo--Stabilimenti-Balneari-e-Agenzie-di-Viaggio--pubblicato-il-Bando--con-scadenza-27-ottobre-2017.htm Wed, 11 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A1175C22S21/Marchio-di-Qualita---Agriturismo--Stabilimenti-Balneari-e-Agenzie-di-Viaggio--pubblicato-il-Bando--con-scadenza-27-ottobre-2017.htm


La Camera di Commercio di Macerata, in collaborazione con Isnart (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche) ha pubblicato il Bando per il conferimento ad Agriturismi e Stabilimenti Balneari del Marchio di Qualità "Ospitalità Italiana", come elemento distintivo e selettivo di qualità dell'offerta dei servizi di ricettività.
 

Bando Marchio di Qualità "Ospitalità Italiana - Agriturismo e Stabilimenti Balneari"

Agriturismo:
Disciplinare Agriturismo Ricettivo
Disciplinare Agriturismo con Camere
Disciplinare Agriturismo con Appartamenti
Disciplinare Agriturismo Ristorativo
Scheda di Adesione Agriturismo (comune alle diverse tipologie)

Stabilimenti Balneari:
Disciplinare
Scheda di Adesione


Le domande di ammissione alla selezione vanno redatte sui modelli allegati e sottoscritte dal legale rappresentante del soggetto richiedente ai sensi dell'art. 38 del DPR 445/2000.
Le domande vanno spedite entro il 27 ottobre 2017 per raccomandata A.R. tramite gli uffici del servizio postale pubblico che assicurino la stampigliatura automatica del giorno e dell'orario di spedizione; a mano, con consegna all'ufficio protocollo, il quale provvederà all'apposizione del timbro di ricevuta e dell'orario di ricezione, o via PEC all'indirizzo cciaa.macerata@mc.legalmail.camcom.it.


Le domande vanno indirizzate a:

Camera di Commercio di Macerata
Area Promozione
Via Lauri, 7
62100 MACERATA

 



La Camera di Commercio informa inoltre di voler estendere la certificazione del Marchio di Qualità anche alle Agenzie di Viaggio; trattasi di un nuovo percorso sperimentale da intraprendere anche a livello nazionale.
Pertanto chiediamo la collaborazione delle Associazioni di Categoria interessate affinché ci segnalino le Agenzie di Viaggio che riterranno più idonee a partecipare alla selezione, nonché invitino le medesime ad inoltrare la propria candidatura.

Il marchio "Ospitalità Italiana" ha infatti l'obiettivo di qualificare le aziende rispetto ai requisiti di qualità del servizio e delle strutture, con particolare evidenza di quelle che maggiormente valorizzano e promuovono il territorio italiano, in modo diretto o indiretto.

Le Agenzie di viaggio verranno selezionate sulla base dei seguenti requisiti:
- operare nell'incoming locale
- dimostrare di avere contatti e contratti con fornitori del territorio
- promuovere la vendita di prodotti tipici locali (enogastronomia e artigianato) attraverso indicazioni su dove poterli acquistare 
- disporre di un programma di visita del territorio per creare i contatti con i fornitori
- volontà nell' attivare convenzioni di promo commercializzazione con strutture ricettive/ristorative del territorio.
 

Agenzie di Viaggio:
Disciplinare
Scheda di Adesione


Le domande andranno recapitate entro il 27 ottobre 2017 con le medesime modalità indicate per agriturismi e stabilimenti balneari.
 



Per ulteriori informazioni rivolgersi ai seguenti numeri telefonici: 0733 251285 - 0733.251261
 


Contatti:
Floriana Giulietti ( floriana.giulietti@mc.camcom.it )

]]>


La Camera di Commercio di Macerata, in collaborazione con Isnart (Istituto Nazionale Ricerche Turistiche) ha pubblicato il Bando per il conferimento ad Agriturismi e Stabilimenti Balneari del Marchio di Qualità "Ospitalità Italiana", come elemento distintivo e selettivo di qualità dell'offerta dei servizi di ricettività.
 

Bando Marchio di Qualità "Ospitalità Italiana - Agriturismo e Stabilimenti Balneari"

Agriturismo:
Disciplinare Agriturismo Ricettivo
Disciplinare Agriturismo con Camere
Disciplinare Agriturismo con Appartamenti
Disciplinare Agriturismo Ristorativo
Scheda di Adesione Agriturismo (comune alle diverse tipologie)

Stabilimenti Balneari:
Disciplinare
Scheda di Adesione


Le domande di ammissione alla selezione vanno redatte sui modelli allegati e sottoscritte dal legale rappresentante del soggetto richiedente ai sensi dell'art. 38 del DPR 445/2000.
Le domande vanno spedite entro il 27 ottobre 2017 per raccomandata A.R. tramite gli uffici del servizio postale pubblico che assicurino la stampigliatura automatica del giorno e dell'orario di spedizione; a mano, con consegna all'ufficio protocollo, il quale provvederà all'apposizione del timbro di ricevuta e dell'orario di ricezione, o via PEC all'indirizzo cciaa.macerata@mc.legalmail.camcom.it.


Le domande vanno indirizzate a:

Camera di Commercio di Macerata
Area Promozione
Via Lauri, 7
62100 MACERATA

 



La Camera di Commercio informa inoltre di voler estendere la certificazione del Marchio di Qualità anche alle Agenzie di Viaggio; trattasi di un nuovo percorso sperimentale da intraprendere anche a livello nazionale.
Pertanto chiediamo la collaborazione delle Associazioni di Categoria interessate affinché ci segnalino le Agenzie di Viaggio che riterranno più idonee a partecipare alla selezione, nonché invitino le medesime ad inoltrare la propria candidatura.

Il marchio "Ospitalità Italiana" ha infatti l'obiettivo di qualificare le aziende rispetto ai requisiti di qualità del servizio e delle strutture, con particolare evidenza di quelle che maggiormente valorizzano e promuovono il territorio italiano, in modo diretto o indiretto.

Le Agenzie di viaggio verranno selezionate sulla base dei seguenti requisiti:
- operare nell'incoming locale
- dimostrare di avere contatti e contratti con fornitori del territorio
- promuovere la vendita di prodotti tipici locali (enogastronomia e artigianato) attraverso indicazioni su dove poterli acquistare 
- disporre di un programma di visita del territorio per creare i contatti con i fornitori
- volontà nell' attivare convenzioni di promo commercializzazione con strutture ricettive/ristorative del territorio.
 

Agenzie di Viaggio:
Disciplinare
Scheda di Adesione


Le domande andranno recapitate entro il 27 ottobre 2017 con le medesime modalità indicate per agriturismi e stabilimenti balneari.
 



Per ulteriori informazioni rivolgersi ai seguenti numeri telefonici: 0733 251285 - 0733.251261
 


Contatti:
Floriana Giulietti ( floriana.giulietti@mc.camcom.it )

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Organismo di composizione della crisi da sovraindebitamento delle Camere di Macerata, Ascoli Piceno e di Fermo ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2802C22S21/Organismo-di-composizione-della-crisi-da-sovraindebitamento-delle-Camere-di-Macerata--Ascoli-Piceno-e-di-Fermo.htm Mon, 09 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2802C22S21/Organismo-di-composizione-della-crisi-da-sovraindebitamento-delle-Camere-di-Macerata--Ascoli-Piceno-e-di-Fermo.htm La Camera di commercio di Macerata, associata con le Camere di Fermo ed Ascoli Piceno, è stata iscritta, con il n. 131,  nella Sezione A del Registro degli Organismi deputati a gestire le crisi da sovraindebitamento, tenuto dal Ministero della Giustizia.

L'Organismo opererà anche presso le sedi distaccate di Ascoli Piceno e di Fermo.
Il nuovo istituto, dedicato alle piccole imprese a ai cittadini in difficoltà debitoria,  risulta di particolare interesse nel contesto economico attuale, nel quale si registrano sempre  più  frequenti situazioni di criticità nel far fronte ad obbligazioni assunte da parte di piccoli imprenditori, commercianti e consumatori per sovraindebitamento attivo, cioè conseguente ad un eccessivo ricorso al credito, o passivo , dovuto al venir meno dei redditi.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata del sito  camerale.

regolazione.mercato@mc.camcom.it

]]>
La Camera di commercio di Macerata, associata con le Camere di Fermo ed Ascoli Piceno, è stata iscritta, con il n. 131,  nella Sezione A del Registro degli Organismi deputati a gestire le crisi da sovraindebitamento, tenuto dal Ministero della Giustizia.

L'Organismo opererà anche presso le sedi distaccate di Ascoli Piceno e di Fermo.
Il nuovo istituto, dedicato alle piccole imprese a ai cittadini in difficoltà debitoria,  risulta di particolare interesse nel contesto economico attuale, nel quale si registrano sempre  più  frequenti situazioni di criticità nel far fronte ad obbligazioni assunte da parte di piccoli imprenditori, commercianti e consumatori per sovraindebitamento attivo, cioè conseguente ad un eccessivo ricorso al credito, o passivo , dovuto al venir meno dei redditi.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata del sito  camerale.

regolazione.mercato@mc.camcom.it

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ [Bando Contributi] Selezione di Iniziative di Terzi per il Sostegno alla Competitivit delle Imprese ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2807C22S21/[Bando-Contributi]-Selezione-di-Iniziative-di-Terzi-per-il-Sostegno-alla-Competitivita-delle-Imprese.htm Fri, 06 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2807C22S21/[Bando-Contributi]-Selezione-di-Iniziative-di-Terzi-per-il-Sostegno-alla-Competitivita-delle-Imprese.htm La Camera di Commercio di Macerata rende disponibili risorse pari ad € 200.000,00, a valere sul proprio bilancio anno 2017, per la realizzazione di iniziative di terzi a sostegno della competitività delle imprese e del territorio.

La domanda di contributo dovrà essere redatta utilizzando, per quanto compatibile, l’apposito modello, già presente sul sito camerale, in relazione al regolamento di concessione di contributi, sovvenzioni, sussidi ed ausili finanziari e l’attribuzione di vantaggi economici ai sensi dell’art. 12 della Legge 241/1990, unitamente al nuovo modello di dichiarazione sul "de minimis".

La domanda di contributo dovrà essere inviata esclusivamente per via telematica al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della Camera di Commercio: cciaa.macerata@mc.legalmail.camcom.it.
È esclusa qualsiasi altra modalità d’invio, pena l’inammissibilità della domanda.

La domanda deve essere presentata a partire dal 6 ottobre 2017, data di pubblicazione sull’Albo camerale della delibera di Giunta camerale di approvazione del bando medesimo, e fino al 31 ottobre 2017.

Farà fede la data e l’ora di ricezione della PEC con la domanda al nostro protocollo di posta elettronica certificata.

Per ogni informazione ulteriore si invita a consultare il Bando e la modulistica ad esso relativa e a contattare l’Ente all’indirizzo promozione@mc.camcom.it

 


 

:: Bando per la Selezione di Iniziative di Terzi per il Sostegno
:: alla Competitività delle Imprese e del Territorio - Anno 2017


:: Regolamento Interventi Economici Camerali


:: Modello 1: Domanda per la richiesta di concessione di un intervento economico camerale

:: :: Allegato: Dichiarazione Deggendorf

:: :: Allegato: Dichiarazione De Minimis



:: Modello 2: Rendiconto per la liquidazione di un intervento economico camerale

:: :: Allegato: Dichiarazione relativa al non assoggettamento agli istituti contributivi

]]>
La Camera di Commercio di Macerata rende disponibili risorse pari ad € 200.000,00, a valere sul proprio bilancio anno 2017, per la realizzazione di iniziative di terzi a sostegno della competitività delle imprese e del territorio.

La domanda di contributo dovrà essere redatta utilizzando, per quanto compatibile, l’apposito modello, già presente sul sito camerale, in relazione al regolamento di concessione di contributi, sovvenzioni, sussidi ed ausili finanziari e l’attribuzione di vantaggi economici ai sensi dell’art. 12 della Legge 241/1990, unitamente al nuovo modello di dichiarazione sul "de minimis".

La domanda di contributo dovrà essere inviata esclusivamente per via telematica al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della Camera di Commercio: cciaa.macerata@mc.legalmail.camcom.it.
È esclusa qualsiasi altra modalità d’invio, pena l’inammissibilità della domanda.

La domanda deve essere presentata a partire dal 6 ottobre 2017, data di pubblicazione sull’Albo camerale della delibera di Giunta camerale di approvazione del bando medesimo, e fino al 31 ottobre 2017.

Farà fede la data e l’ora di ricezione della PEC con la domanda al nostro protocollo di posta elettronica certificata.

Per ogni informazione ulteriore si invita a consultare il Bando e la modulistica ad esso relativa e a contattare l’Ente all’indirizzo promozione@mc.camcom.it

 


 

:: Bando per la Selezione di Iniziative di Terzi per il Sostegno
:: alla Competitività delle Imprese e del Territorio - Anno 2017


:: Regolamento Interventi Economici Camerali


:: Modello 1: Domanda per la richiesta di concessione di un intervento economico camerale

:: :: Allegato: Dichiarazione Deggendorf

:: :: Allegato: Dichiarazione De Minimis



:: Modello 2: Rendiconto per la liquidazione di un intervento economico camerale

:: :: Allegato: Dichiarazione relativa al non assoggettamento agli istituti contributivi

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ [Bando] Voucher per l'Attivazione di Percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2806C22S21/[Bando]-Voucher-per-l-Attivazione-di-Percorsi-di-Alternanza-Scuola-Lavoro.htm Fri, 06 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2806C22S21/[Bando]-Voucher-per-l-Attivazione-di-Percorsi-di-Alternanza-Scuola-Lavoro.htm Bando per la Concessione di Contributi (Voucher)
alle Micro Piccole e Medie Imprese della provincia di Macerata
per l’Attivazione di Percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro

Determina presidenziale d’urgenza n. 12 del 05/10/2017

 

La Camera di Commercio di Macerata, alla luce delle nuove competenze attribuite al Sistema camerale in materia di orientamento al lavoro e alle professioni e di facilitazione dell'incontro domanda-offerta di formazione e lavoro, intende promuovere l’iscrizione delle imprese nel Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola-Lavoro e incentivare l’inserimento di giovani studenti in percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro.

Possono presentare domanda per ottenere i contributi previsti dal Bando le micro, piccole e medie imprese iscritte nel Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola-Lavoro ed in possesso di tutti i requisiti previsti dallo stesso Bando.

Le domande di contributo possono essere presentate, secondo le modalità previste dal Bando, a partire dal 5/10/2017 e fino al 31/12/2017, per convenzioni stipulate e tirocini da attivare entro tale periodo.

Le rendicontazioni finali dovranno essere presentate entro e non oltre il 31/01/2018.
 

:: Bando

:: All. 1 - Domanda di ammissione al voucher alternanza scuola lavoro [ pdf ] [ docx ]

:: All. 2 - Modello di rendicontazione [ pdf ] [ docx ]

 

]]>
Bando per la Concessione di Contributi (Voucher)
alle Micro Piccole e Medie Imprese della provincia di Macerata
per l’Attivazione di Percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro

Determina presidenziale d’urgenza n. 12 del 05/10/2017

 

La Camera di Commercio di Macerata, alla luce delle nuove competenze attribuite al Sistema camerale in materia di orientamento al lavoro e alle professioni e di facilitazione dell'incontro domanda-offerta di formazione e lavoro, intende promuovere l’iscrizione delle imprese nel Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola-Lavoro e incentivare l’inserimento di giovani studenti in percorsi di Alternanza Scuola-Lavoro.

Possono presentare domanda per ottenere i contributi previsti dal Bando le micro, piccole e medie imprese iscritte nel Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola-Lavoro ed in possesso di tutti i requisiti previsti dallo stesso Bando.

Le domande di contributo possono essere presentate, secondo le modalità previste dal Bando, a partire dal 5/10/2017 e fino al 31/12/2017, per convenzioni stipulate e tirocini da attivare entro tale periodo.

Le rendicontazioni finali dovranno essere presentate entro e non oltre il 31/01/2018.
 

:: Bando

:: All. 1 - Domanda di ammissione al voucher alternanza scuola lavoro [ pdf ] [ docx ]

:: All. 2 - Modello di rendicontazione [ pdf ] [ docx ]

 

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ [Slide] Excelsior 2017 - Macerata ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2798C22S21/[Slide]-Excelsior-2017---Macerata.htm Thu, 05 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2798C22S21/[Slide]-Excelsior-2017---Macerata.htm Alternanza Scuola-Lavoro


:: Evoluzione della domanda di lavoro delle imprese della provincia di Macerata attraverso i dati Excelsior
Slide di Lorenza Natali - Responsabile Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata


:: Il divario tra profili richiesti dalle imprese e offerti dal sistema di Istruzione
Slide di Annalisa Franceschetti - Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata 


:: Excelsior: Bollettini e Tavole Statistiche
 
 



I Fabbisogni professionali delle imprese della provincia di Macerata
attraverso l’analisi dei dati Excelsior 2017
Macerata - 10 ottobre 2017


Introduzione
Francesco Fucili - Vice Presidente della Camera di Commercio di Macerata 

Evoluzione della domanda di lavoro delle imprese della provincia di Macerata attraverso i dati Excelsior
Lorenza Natali - Responsabile Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata

Il divario tra profili richiesti dalle imprese e offerti dal sistema di Istruzione
Annalisa Franceschetti - Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata

Utilizzo degli strumenti di analisi quantitativa: Open Data
Fabio Castelletti - Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata
Sito web: www.bit.ly/opendataimprese

Conclusioni
Mario Guadagno - Segretario Generale della Camera di Commercio di Macerata

 

]]>
Alternanza Scuola-Lavoro


:: Evoluzione della domanda di lavoro delle imprese della provincia di Macerata attraverso i dati Excelsior
Slide di Lorenza Natali - Responsabile Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata


:: Il divario tra profili richiesti dalle imprese e offerti dal sistema di Istruzione
Slide di Annalisa Franceschetti - Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata 


:: Excelsior: Bollettini e Tavole Statistiche
 
 



I Fabbisogni professionali delle imprese della provincia di Macerata
attraverso l’analisi dei dati Excelsior 2017
Macerata - 10 ottobre 2017


Introduzione
Francesco Fucili - Vice Presidente della Camera di Commercio di Macerata 

Evoluzione della domanda di lavoro delle imprese della provincia di Macerata attraverso i dati Excelsior
Lorenza Natali - Responsabile Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata

Il divario tra profili richiesti dalle imprese e offerti dal sistema di Istruzione
Annalisa Franceschetti - Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata

Utilizzo degli strumenti di analisi quantitativa: Open Data
Fabio Castelletti - Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata
Sito web: www.bit.ly/opendataimprese

Conclusioni
Mario Guadagno - Segretario Generale della Camera di Commercio di Macerata

 

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Attenzione ai bollettini di pagamento ingannevoli ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2695C22S21/Attenzione-ai-bollettini-di-pagamento-ingannevoli-.htm Wed, 04 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2695C22S21/Attenzione-ai-bollettini-di-pagamento-ingannevoli-.htm A seguito delle notizie pervenute da alcune Camere di commercio, l’Unioncamere ha chiesto l’intervento dell’Autorità garante della concorrenza per verificare la condotta relativa all’invio di bollettini precompilati alle imprese, con la richiesta di pagamento per l’iscrizione ad un “Casellario Unico Telematico delle Imprese”.

Parallelamente, la questione è sorta anche per richieste di iscrizioni ad un “Portale imprese”.

L’Autorità garante, con i provvedimenti n. 26336 e n. 26337, pubblicati nel Bollettino n. 3/2017, ha stabilito che le pratiche in oggetto costituiscono pratiche scorrette, ai sensi del codice del consumo, con l’irrogazione di una sanzione amministrativa per i responsabili, rispettivamente di 50.000 euro e di 120.000 euro.

La pratica commerciale posta in essere da entrambe le imprese responsabili dell’illecito consiste nell’aver iscritto, unilateralmente e a loro insaputa, i dati aziendali di imprese italiane in un database - presente online su siti internet - al solo fine di promuovere un abbonamento a pagamento ad un servizio di promozione delle principali informazioni aziendali via internet.

La scorrettezza della pratica viene poi ravvisata in due aspetti. Il primo consiste nell’invio alle imprese della comunicazione commerciale in un momento temporalmente successivo all’iscrizione o annotazione delle imprese destinatarie di tale comunicazione nel Registro delle imprese e, dunque, a soggetti consapevoli di dover assolvere ad obblighi anche di natura pecuniaria in favore della competente Camera di commercio anche per non incorrere nelle conseguenze per il ritardo negli adempimenti dovuti.
Il secondo aspetto consiste nella sottoscrizione, sul retro del bollettino inviato per il pagamento, di un contratto di “abbonamento” ad un servizio di informazioni aziendali e ciò all’evidente fine di ostacolare l’esercizio del diritto di recesso.
]]>
A seguito delle notizie pervenute da alcune Camere di commercio, l’Unioncamere ha chiesto l’intervento dell’Autorità garante della concorrenza per verificare la condotta relativa all’invio di bollettini precompilati alle imprese, con la richiesta di pagamento per l’iscrizione ad un “Casellario Unico Telematico delle Imprese”.

Parallelamente, la questione è sorta anche per richieste di iscrizioni ad un “Portale imprese”.

L’Autorità garante, con i provvedimenti n. 26336 e n. 26337, pubblicati nel Bollettino n. 3/2017, ha stabilito che le pratiche in oggetto costituiscono pratiche scorrette, ai sensi del codice del consumo, con l’irrogazione di una sanzione amministrativa per i responsabili, rispettivamente di 50.000 euro e di 120.000 euro.

La pratica commerciale posta in essere da entrambe le imprese responsabili dell’illecito consiste nell’aver iscritto, unilateralmente e a loro insaputa, i dati aziendali di imprese italiane in un database - presente online su siti internet - al solo fine di promuovere un abbonamento a pagamento ad un servizio di promozione delle principali informazioni aziendali via internet.

La scorrettezza della pratica viene poi ravvisata in due aspetti. Il primo consiste nell’invio alle imprese della comunicazione commerciale in un momento temporalmente successivo all’iscrizione o annotazione delle imprese destinatarie di tale comunicazione nel Registro delle imprese e, dunque, a soggetti consapevoli di dover assolvere ad obblighi anche di natura pecuniaria in favore della competente Camera di commercio anche per non incorrere nelle conseguenze per il ritardo negli adempimenti dovuti.
Il secondo aspetto consiste nella sottoscrizione, sul retro del bollettino inviato per il pagamento, di un contratto di “abbonamento” ad un servizio di informazioni aziendali e ciò all’evidente fine di ostacolare l’esercizio del diritto di recesso.
]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ [Bando Fiere] Bando per la concessione di contributi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2768C22S21/[Bando-Fiere]-Bando-per-la-concessione-di-contributi-per-la-partecipazione-a-manifestazioni-fieristiche.htm Wed, 04 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2768C22S21/[Bando-Fiere]-Bando-per-la-concessione-di-contributi-per-la-partecipazione-a-manifestazioni-fieristiche.htm
Bando per la concessione di contributi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali
.

 

Nel quadro delle iniziative istituzionali per promuovere la competitività delle imprese e del territorio, la Camera di Commercio di Macerata, intende favorire i processi di internazionalizzazione, incentivando, attraverso il sostegno finanziario, la partecipazione delle imprese a fiere nazionali e estere.

La domanda di contributo dovrà essere redatta sull’apposito modello allegato al bando, pubblicato sul sito della Camera di Commercio di Macerata www.mc.camcom.it.

Ciascuna impresa, pena l’esclusione, potrà presentare una sola domanda con riferimento al presente bando.

È obbligatoria l’indicazione di un indirizzo PEC, presso la quale l’impresa elegge il domicilio ai fini della procedura e tramite cui saranno gestite tutte le comunicazioni successive all’invio della domanda.

La domanda di contributo dovrà essere inviata esclusivamente per via telematica al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della Camera di Commercio cciaa.macerata@mc.legalmail.camcom.it indicando nell’oggetto “Bando per la concessione di contributi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali”.

È esclusa qualsiasi altra modalità d’invio, pena l’inammissibilità della domanda.

Saranno ritenute ammissibili esclusivamente le domande inviate da una casella di posta elettronica certificata e in formato non modificabile (tiff o pdf), sottoscritte dal legale rappresentante e con allegata copia di un suo documento di identità in corso di validità.
 



:: Bando

:: Domanda [doc]

:: Dichiarazione DURC [doc]
 


 

La domanda deve essere presentata, a partire dal 1° luglio 2017 ed entro, e non oltre, il 31 dicembre 2017.

Farà fede la data e l’ora di ricezione della e-mail al nostro protocollo di posta elettronica certificata con la domanda.

I contributi a fondo perduto, oggetto del presente bando, sono concessi secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande in base alla disponibilità messa a bilancio dalla Giunta camerale con proprio atto, fino ad esaurimento fondi.

Per ogni informazione ulteriore si invita a consultare il bando e la modulistica ad esso relativa disponibile sul sito www.mc.camcom.it e a contattare l’Ente all’indirizzo promozione@mc.camcom.it


 FAQ 


1.  D. Quale dotazione finanziaria è stata stanziata dal Camera di Commercio per tale intervento?

R. La Camera di Commercio ha stanziato, in un primo intervento, con Delibera di Giunta n. 59 del 7/6/2017, 150.000,00 euro a favore dell’internazionalizzazione delle imprese; l’ammontare può essere soggetto ad un eventuale e successivo incremento deliberato dalla Giunta camerale.

2.  D. Quando presentare l’istanza di partecipazione al bando?

R. L’art. 3 del bando in oggetto alla voce “Manifestazione ammesse a contributo” prevede espressamente: “ sono ammesse a contributo le domande delle imprese per la partecipazione a manifestazioni fieristiche in Italia e all’estero, che si sono svolte dal 1° luglio al 31 dicembre 2017 (omissis)”. Pertanto la candidatura al bando di cui sopra può essere presentata dall’impresa soltanto a seguito della effettiva partecipazione alla manifestazione, che deve avvenire nel periodo suddetto. La fattura ed il pagamento inerente la partecipazione alla fiera possono essere antecedenti al 1 luglio 2017, ma si ribadisce la necessità della reale partecipazione alla fiera organizzata nel periodo 1/7/2017-31/12/2017. Infatti, “ le imprese che, pur avendo sostenuto costi, abbiano rinunciato alla partecipazione alla fiera, per qualsivoglia motivo, non saranno ammesse a contributo” (art. 4). A tal proposito, va allegata ogni documentazione attestante la presenza dell’azienda alla fiera per la quale si chiede il contributo; questo rientra nel caso contemplato all’art. 6 ultimo comma: “La Camera di Commercio si riserva la facoltà di richiedere all’impresa ulteriore documentazione e/o chiarimenti di integrazione della domanda. (omissis)”.

3.  D. Devo allegare il DURC alla domanda di partecipazione al bando?

R. la domanda di partecipazione al bando va presentata unitamente alla Dichiarazione DURC. Tale modello, recante i dati di pertinenza dell’azienda relativamente alla propria posizione, è solo una autodichiarazione da compilare a corredo della domanda (modello A); sarà poi l'area promozione, in fase istruttoria, ad utilizzare tali dati ai fini del controllo della regolarità contributiva (ai sensi dell'art. 44 bis del DPR 28 dicembre 2000, n. 445).

4.  D. L’azienda che intende presentare la domanda di partecipazione al bando deve aver pagato il diritto annuale 2017?

R. ai fini della candidatura al bando in oggetto, l’art. 2 del bando prevede espressamente, tra i requisiti di ammissione, che l’impresa sia in regola con il pagamento del diritto annuale. Unica eccezione a tale adempimento è rappresentato dalle agevolazioni e sospensioni stabilite dal decreto legge n. 189 del 2016 (coordinato con la legge di conversione 15/12/2016 n. 229) “Proroga e sospensione di termini in materia di adempimenti e versamenti tributari e contributivi, nonché sospensione di termini amministrativi”.

5.  D. Un eventuale contributo ricevuto dall’azienda che intende partecipare al bando, deve essere dichiarato in sede di presentazione della domanda?

R. Si: non è possibile, in questo caso, ricevere anche il contributo camerale. L’ufficio istruttore può procedere a richieste di verifica sia in fase istruttoria sia in fase di controllo a campione.

6.  D. Può partecipare al bando un’azienda che ha unità locale nella provincia di Macerata e sede legali fuori provincia?

R. Si, i soggetti beneficiari devono avere sede legale e/o unità locale nella provincia di Macerata (art. 2).

7.  D. La partecipazione a stand con bandi espositivi (quindi senza le caratteristiche proprie della fiera) può considerarsi partecipazione a manifestazione fieristica?

R. La descrizione fornita richiama la caratteristica del business meeting, che non è ammissibile ai fini del contributo (art. 3), salvo l’indicazione di fiere o qualsiasi descrizione dell’evento che lo configuri come manifestazione fieristica (“attività limitate nel tempo e svolte in regime di libera concorrenza, in idonee strutture espositive per la presentazione, la promozione o la commercializzazione di beni e servizi”)

8.  D. La mia azienda parteciperà a più eventi nel periodo dal 1 luglio al 31 dicembre, posso presentare fatture inerenti btob a corredo della domanda?

R. In caso di proposte BtoB, si precisa che le stesse sono considerate come spese ammissibili a contributo solo se si svolgano all’interno della manifestazione fieristica, come definite in precedenza. Infine, si precisa che ciascuna impresa, pena l’esclusione, potrà presentare una sola domanda con riferimento al presente bando.

9.  D. La mia azienda partecipa a più fiere nel periodo tra il 1/7/2017 e il 31/12/2017; poiché il contributo camerale per le fiere viene concesso secondo l’ordine cronologico di presentazione, posso presentare domanda solo per la prima delle fiere a cui l’azienda partecipa?

R. Ciascuna impresa potrà presentare la domanda per l’avvenuta partecipazione ad una sola fiera (nazionale o internazionale); ma si precisa che l’impresa può presentare ulteriori successive domande (sempre riferita all’avvenuta partecipazione ad una sola fiera, nazionale o internazionale). I contributi a fondo perduto sono concessi secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande in base alla disponibilità messa a bilancio dalla Giunta camerale, fino ad esaurimento dei fondi. (art. 5 del bando).

]]>

Bando per la concessione di contributi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali
.

 

Nel quadro delle iniziative istituzionali per promuovere la competitività delle imprese e del territorio, la Camera di Commercio di Macerata, intende favorire i processi di internazionalizzazione, incentivando, attraverso il sostegno finanziario, la partecipazione delle imprese a fiere nazionali e estere.

La domanda di contributo dovrà essere redatta sull’apposito modello allegato al bando, pubblicato sul sito della Camera di Commercio di Macerata www.mc.camcom.it.

Ciascuna impresa, pena l’esclusione, potrà presentare una sola domanda con riferimento al presente bando.

È obbligatoria l’indicazione di un indirizzo PEC, presso la quale l’impresa elegge il domicilio ai fini della procedura e tramite cui saranno gestite tutte le comunicazioni successive all’invio della domanda.

La domanda di contributo dovrà essere inviata esclusivamente per via telematica al seguente indirizzo di posta elettronica certificata della Camera di Commercio cciaa.macerata@mc.legalmail.camcom.it indicando nell’oggetto “Bando per la concessione di contributi per la partecipazione a manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali”.

È esclusa qualsiasi altra modalità d’invio, pena l’inammissibilità della domanda.

Saranno ritenute ammissibili esclusivamente le domande inviate da una casella di posta elettronica certificata e in formato non modificabile (tiff o pdf), sottoscritte dal legale rappresentante e con allegata copia di un suo documento di identità in corso di validità.
 



:: Bando

:: Domanda [doc]

:: Dichiarazione DURC [doc]
 


 

La domanda deve essere presentata, a partire dal 1° luglio 2017 ed entro, e non oltre, il 31 dicembre 2017.

Farà fede la data e l’ora di ricezione della e-mail al nostro protocollo di posta elettronica certificata con la domanda.

I contributi a fondo perduto, oggetto del presente bando, sono concessi secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande in base alla disponibilità messa a bilancio dalla Giunta camerale con proprio atto, fino ad esaurimento fondi.

Per ogni informazione ulteriore si invita a consultare il bando e la modulistica ad esso relativa disponibile sul sito www.mc.camcom.it e a contattare l’Ente all’indirizzo promozione@mc.camcom.it


 FAQ 


1.  D. Quale dotazione finanziaria è stata stanziata dal Camera di Commercio per tale intervento?

R. La Camera di Commercio ha stanziato, in un primo intervento, con Delibera di Giunta n. 59 del 7/6/2017, 150.000,00 euro a favore dell’internazionalizzazione delle imprese; l’ammontare può essere soggetto ad un eventuale e successivo incremento deliberato dalla Giunta camerale.

2.  D. Quando presentare l’istanza di partecipazione al bando?

R. L’art. 3 del bando in oggetto alla voce “Manifestazione ammesse a contributo” prevede espressamente: “ sono ammesse a contributo le domande delle imprese per la partecipazione a manifestazioni fieristiche in Italia e all’estero, che si sono svolte dal 1° luglio al 31 dicembre 2017 (omissis)”. Pertanto la candidatura al bando di cui sopra può essere presentata dall’impresa soltanto a seguito della effettiva partecipazione alla manifestazione, che deve avvenire nel periodo suddetto. La fattura ed il pagamento inerente la partecipazione alla fiera possono essere antecedenti al 1 luglio 2017, ma si ribadisce la necessità della reale partecipazione alla fiera organizzata nel periodo 1/7/2017-31/12/2017. Infatti, “ le imprese che, pur avendo sostenuto costi, abbiano rinunciato alla partecipazione alla fiera, per qualsivoglia motivo, non saranno ammesse a contributo” (art. 4). A tal proposito, va allegata ogni documentazione attestante la presenza dell’azienda alla fiera per la quale si chiede il contributo; questo rientra nel caso contemplato all’art. 6 ultimo comma: “La Camera di Commercio si riserva la facoltà di richiedere all’impresa ulteriore documentazione e/o chiarimenti di integrazione della domanda. (omissis)”.

3.  D. Devo allegare il DURC alla domanda di partecipazione al bando?

R. la domanda di partecipazione al bando va presentata unitamente alla Dichiarazione DURC. Tale modello, recante i dati di pertinenza dell’azienda relativamente alla propria posizione, è solo una autodichiarazione da compilare a corredo della domanda (modello A); sarà poi l'area promozione, in fase istruttoria, ad utilizzare tali dati ai fini del controllo della regolarità contributiva (ai sensi dell'art. 44 bis del DPR 28 dicembre 2000, n. 445).

4.  D. L’azienda che intende presentare la domanda di partecipazione al bando deve aver pagato il diritto annuale 2017?

R. ai fini della candidatura al bando in oggetto, l’art. 2 del bando prevede espressamente, tra i requisiti di ammissione, che l’impresa sia in regola con il pagamento del diritto annuale. Unica eccezione a tale adempimento è rappresentato dalle agevolazioni e sospensioni stabilite dal decreto legge n. 189 del 2016 (coordinato con la legge di conversione 15/12/2016 n. 229) “Proroga e sospensione di termini in materia di adempimenti e versamenti tributari e contributivi, nonché sospensione di termini amministrativi”.

5.  D. Un eventuale contributo ricevuto dall’azienda che intende partecipare al bando, deve essere dichiarato in sede di presentazione della domanda?

R. Si: non è possibile, in questo caso, ricevere anche il contributo camerale. L’ufficio istruttore può procedere a richieste di verifica sia in fase istruttoria sia in fase di controllo a campione.

6.  D. Può partecipare al bando un’azienda che ha unità locale nella provincia di Macerata e sede legali fuori provincia?

R. Si, i soggetti beneficiari devono avere sede legale e/o unità locale nella provincia di Macerata (art. 2).

7.  D. La partecipazione a stand con bandi espositivi (quindi senza le caratteristiche proprie della fiera) può considerarsi partecipazione a manifestazione fieristica?

R. La descrizione fornita richiama la caratteristica del business meeting, che non è ammissibile ai fini del contributo (art. 3), salvo l’indicazione di fiere o qualsiasi descrizione dell’evento che lo configuri come manifestazione fieristica (“attività limitate nel tempo e svolte in regime di libera concorrenza, in idonee strutture espositive per la presentazione, la promozione o la commercializzazione di beni e servizi”)

8.  D. La mia azienda parteciperà a più eventi nel periodo dal 1 luglio al 31 dicembre, posso presentare fatture inerenti btob a corredo della domanda?

R. In caso di proposte BtoB, si precisa che le stesse sono considerate come spese ammissibili a contributo solo se si svolgano all’interno della manifestazione fieristica, come definite in precedenza. Infine, si precisa che ciascuna impresa, pena l’esclusione, potrà presentare una sola domanda con riferimento al presente bando.

9.  D. La mia azienda partecipa a più fiere nel periodo tra il 1/7/2017 e il 31/12/2017; poiché il contributo camerale per le fiere viene concesso secondo l’ordine cronologico di presentazione, posso presentare domanda solo per la prima delle fiere a cui l’azienda partecipa?

R. Ciascuna impresa potrà presentare la domanda per l’avvenuta partecipazione ad una sola fiera (nazionale o internazionale); ma si precisa che l’impresa può presentare ulteriori successive domande (sempre riferita all’avvenuta partecipazione ad una sola fiera, nazionale o internazionale). I contributi a fondo perduto sono concessi secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande in base alla disponibilità messa a bilancio dalla Giunta camerale, fino ad esaurimento dei fondi. (art. 5 del bando).

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ [Bando Sisma] Bando per la concessione di incentivi per le imprese colpite dal sisma ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2767C22S21/[Bando-Sisma]-Bando-per-la-concessione-di-incentivi-per-le-imprese-colpite-dal-sisma.htm Wed, 04 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2767C22S21/[Bando-Sisma]-Bando-per-la-concessione-di-incentivi-per-le-imprese-colpite-dal-sisma.htm
Bando per la concessione di incentivi per le imprese colpite dal sisma
.


 News   La delibera di Giunta camerale n. 75 del 18 luglio 2017 ha costituito, "... nell’ambito dell’importo complessivo riconosciuto alla provincia di Macerata dal Comitato di gestione del Fondo di solidarietà di Unioncamere Nazionale, una riserva specifica di € 200.000,00 (duecentomila/00) per le domande di contributi delle imprese dei Comuni di Castelsantangelo sul Nera, Ussita e Visso anche se pervenute successivamente nell’ordine cronologico di presentazione delle domande delle imprese degli altri Comuni della provincia ed in caso di esaurimento delle risorse rimanenti disponibili".


La Camera di Commercio di Macerata intende sostenere la ripresa produttiva dell'area colpita dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016 con contributi a fondo perduto, nell'ambito dell'iniziativa del Fondo di Solidarietà dell'Unioncamere, al fine di riparare ai gravi danni occorsi ai beni mobili strumentali e alle scorte delle attività produttive industriali, agricole, zootecniche, commerciali, artigianali, turistiche, dei comuni di cui al cratere sismico della provincia.

La dotazione finanziaria prevista per tale intervento è pari a € 763.835,75 ed i contributi saranno erogati fino ad esaurimento della predetta somma.

Le domande di contributo dovranno essere compilate esclusivamente su apposito modulo allegato al bando pubblicato sul sito www.mc.camcom.it, sottoscritte in formato digitale dal legale rappresentante del soggetto richiedente e spedite ESCLUSIVAMENTE, a pena di nullità, via PEC all'indirizzo cciaa.macerata@mc.legalmail.camcom.it



:: Bando

:: Domanda [docx]

:: Allegati
 



Le domande possono essere trasmesse a partire dalle 00,00 del 1° luglio 2017 e fino alle 24,00 del 31 dicembre 2017.

Saranno escluse le domande spedite prima del termine iniziale e dopo il termine finale.

Saranno inoltre escluse le domande pervenute nei termini a partire dal momento in cui saranno esaurite le risorse disponibili.

Per ogni informazione ulteriore si invita a consultare il bando e la modulistica ad esso relativa disponibile sul sito www.mc.camcom.it e a contattare l'Ente all'indirizzo promozione@mc.camcom.it


 FAQ 


1.  D. Nel caso in cui sia stato richiesto il contributo alla delocalizzazione da parte della Regione Marche che finanzia l’80% del riacquisto di beni strumentali, come si calcola il contributo camerale del 20% destinato ai beni mobili strumentali?

R. Innanzitutto si precisa che la delocalizzazione è relativa ad attività trasferite in uno dei comuni maceratesi richiamati nell’allegato 2 del bando. Il contributo camerale riconoscibile è pari al 20% dell’importo complessivo delle spese sostenute e ammesse, per il ripristino o la riparazione di beni mobili strumentali al netto di Iva, sino ad un massimo di 3.000,00 euro per le imprese non ubicate nei comuni di cui alla delibera della Regione Marche, relativa all’individuazione e strategia per le Aree interne (Allegato 6) e sino ad un massimo di 5.000,00 per le imprese invece rientranti nelle aree sopra individuate (…)” art. 5 del bando.

2.  D. è possibile inviare la documentazione presentata alla Regione Marche, compresa la perizia asseverata, per evitare costi aggiuntivi nel caso in cui non si conosce ancora l’esito della stessa?

R. Si rinvia all’art. 7 del bando: “(…) Laddove per gli stessi beni sia stata presentata domanda presso l’ufficio speciale per la ricostruzione della regione Marche e la stessa sia stata accolta è possibile inviare anche copia conforme della comunicazione di accoglimento dello stessa, in sostituzione della documentazione di cui ai punti a,b,c, con allegata la copia conforme della relativa domanda di contributo, fermo restando, in caso di procedimento in corso, la necessità di produrre copia delle fatture relative alle spese sostenute e delle relative quietanze e con copia del certificato di collaudo dei beni strumentali acquistati o, in alternativa, asseverazione del tecnico incaricato del regolare ripristino dei beni. La regolazione delle spese dovrà avvenire esclusivamente tramite bonifico bancario o postale, RIBA, assegno bancario, circolare, postale.
La documentazione comprovante l’avvenuto pagamento delle spese ammesse è costituita esclusivamente dalla copia della ricevuta o dell’estratto conto della banca o della posta dal quale risulti con evidenza l’avvenuto pagamento, con le modalità sopra indicate, della fattura, della nota di addebito e/o di altro documento contabile fiscalmente valido e regolare.”

3.  D. Nella domanda di partecipazione la firma digitale può essere apposta dal professionista incaricato alla redazione o presentazione della stessa in assenza della firma digitale da parte dell’impresa individuale?

R. Le domande di contributo dovranno essere compilate esclusivamente su apposito modulo allegato al bando scaricabile dal sito www.mc.camcom.it , sottoscritte in formato digitale dal legale rappresentante del soggetto richiedente; qualora venga delegato il professionista, è necessario inviare la copia del documento di identità del legale rappresentante e la relativa delega.

4.  D. La nostra azienda è iscritta alla Camera di Commercio di Ferrara ma abbiamo sede operativa ed unità locale nella provincia di Macerata; possiamo partecipare al bando?

R. Secondo quanto stabilito dall’art. 3 del bando, è necessario che l’impresa che presenta la domanda abbia sede legale, o unità locale o sedi secondarie nei comuni della provincia di Macerata interessati dagli eventi sismici a partire dal 24 agosto 2016, iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Macerata.

5.  D. Posso chiedere il contributo su un’unità locale ubicata in uno dei comuni colpiti dal sisma mai denunciata? Posso sanare oggi quella situazione?

R. No, perché alla data del sisma quella unità locale non era esistente al Registro Imprese.

6.  D. Quale perizia è richiesta dalla Camera di Commercio a corredo della domanda di partecipazione al bando?

R. La perizia richiesta dalla Camera di Commercio di Macerata è solo quella asseverata.

7.  D. Un'azienda, settore produttivo commercio, negozio vendita al dettaglio, con sede inagibile. Attività chiusa dal 26/10/2016 e non effettuata riapertura. La merce è stata è danneggiata a causa del sisma. L'azienda ha un altro punto vendita dove ha trasferito la restante merce non rovinata. Posso presentare la domanda per chiedere il rimborso della merce rovinata? 

R. La domanda può essere presentata dall’azienda nelle condizioni richieste dal bando, cioè:
-  Art. 4: (omissis) – acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti, danneggiati e non più riutilizzabili.
Tali spese devono essere riferite a beni indispensabili e connessi con l’attività dell’impresa e finalizzati al riavvio dell’attività produttiva, “beni mobili strumentali” e “scorte”, secondo quanto disposto dall’allegato 5). Il nesso causale tra i danni subiti dai beni mobili strumentali e da scorte e prodotti e gli eventi sismici deve essere in ogni caso comprovato e documentato mediante la presentazione di perizia tecnica asseverata, come specificato dal successivo art. 8.
-  Il punto vendita deve trovarsi in uno dei comuni rientranti nel cd. “cratere”(allegato 2 del bando);
 


[Chiarimenti e Semplificazioni pubblicate in precedenza]

- Le perizie di cui all'art. 4 paragrafo 2, e art. 7, paragrafo 4, lett. c) del Bando sono da intendersi come "asseverate", in accordo con le specificazioni fornite al successivo art. 8;
- Il modello di Domanda è stato semplificato nelle pagine 3 e 4, con riferimento all'elencazione degli allegati richiesti: 1) nel caso generale; 2) nella particolare ipotesi di ACCOGLIMENTO della domanda presentata, per gli stessi beni, presso l'ufficio speciale per la ricostruzione della Regione Marche (nel caso di procedimento in corso si ricade, infatti, nella casistica generale).

]]>

Bando per la concessione di incentivi per le imprese colpite dal sisma
.


 News   La delibera di Giunta camerale n. 75 del 18 luglio 2017 ha costituito, "... nell’ambito dell’importo complessivo riconosciuto alla provincia di Macerata dal Comitato di gestione del Fondo di solidarietà di Unioncamere Nazionale, una riserva specifica di € 200.000,00 (duecentomila/00) per le domande di contributi delle imprese dei Comuni di Castelsantangelo sul Nera, Ussita e Visso anche se pervenute successivamente nell’ordine cronologico di presentazione delle domande delle imprese degli altri Comuni della provincia ed in caso di esaurimento delle risorse rimanenti disponibili".


La Camera di Commercio di Macerata intende sostenere la ripresa produttiva dell'area colpita dagli eventi sismici iniziati il 24 agosto 2016 con contributi a fondo perduto, nell'ambito dell'iniziativa del Fondo di Solidarietà dell'Unioncamere, al fine di riparare ai gravi danni occorsi ai beni mobili strumentali e alle scorte delle attività produttive industriali, agricole, zootecniche, commerciali, artigianali, turistiche, dei comuni di cui al cratere sismico della provincia.

La dotazione finanziaria prevista per tale intervento è pari a € 763.835,75 ed i contributi saranno erogati fino ad esaurimento della predetta somma.

Le domande di contributo dovranno essere compilate esclusivamente su apposito modulo allegato al bando pubblicato sul sito www.mc.camcom.it, sottoscritte in formato digitale dal legale rappresentante del soggetto richiedente e spedite ESCLUSIVAMENTE, a pena di nullità, via PEC all'indirizzo cciaa.macerata@mc.legalmail.camcom.it



:: Bando

:: Domanda [docx]

:: Allegati
 



Le domande possono essere trasmesse a partire dalle 00,00 del 1° luglio 2017 e fino alle 24,00 del 31 dicembre 2017.

Saranno escluse le domande spedite prima del termine iniziale e dopo il termine finale.

Saranno inoltre escluse le domande pervenute nei termini a partire dal momento in cui saranno esaurite le risorse disponibili.

Per ogni informazione ulteriore si invita a consultare il bando e la modulistica ad esso relativa disponibile sul sito www.mc.camcom.it e a contattare l'Ente all'indirizzo promozione@mc.camcom.it


 FAQ 


1.  D. Nel caso in cui sia stato richiesto il contributo alla delocalizzazione da parte della Regione Marche che finanzia l’80% del riacquisto di beni strumentali, come si calcola il contributo camerale del 20% destinato ai beni mobili strumentali?

R. Innanzitutto si precisa che la delocalizzazione è relativa ad attività trasferite in uno dei comuni maceratesi richiamati nell’allegato 2 del bando. Il contributo camerale riconoscibile è pari al 20% dell’importo complessivo delle spese sostenute e ammesse, per il ripristino o la riparazione di beni mobili strumentali al netto di Iva, sino ad un massimo di 3.000,00 euro per le imprese non ubicate nei comuni di cui alla delibera della Regione Marche, relativa all’individuazione e strategia per le Aree interne (Allegato 6) e sino ad un massimo di 5.000,00 per le imprese invece rientranti nelle aree sopra individuate (…)” art. 5 del bando.

2.  D. è possibile inviare la documentazione presentata alla Regione Marche, compresa la perizia asseverata, per evitare costi aggiuntivi nel caso in cui non si conosce ancora l’esito della stessa?

R. Si rinvia all’art. 7 del bando: “(…) Laddove per gli stessi beni sia stata presentata domanda presso l’ufficio speciale per la ricostruzione della regione Marche e la stessa sia stata accolta è possibile inviare anche copia conforme della comunicazione di accoglimento dello stessa, in sostituzione della documentazione di cui ai punti a,b,c, con allegata la copia conforme della relativa domanda di contributo, fermo restando, in caso di procedimento in corso, la necessità di produrre copia delle fatture relative alle spese sostenute e delle relative quietanze e con copia del certificato di collaudo dei beni strumentali acquistati o, in alternativa, asseverazione del tecnico incaricato del regolare ripristino dei beni. La regolazione delle spese dovrà avvenire esclusivamente tramite bonifico bancario o postale, RIBA, assegno bancario, circolare, postale.
La documentazione comprovante l’avvenuto pagamento delle spese ammesse è costituita esclusivamente dalla copia della ricevuta o dell’estratto conto della banca o della posta dal quale risulti con evidenza l’avvenuto pagamento, con le modalità sopra indicate, della fattura, della nota di addebito e/o di altro documento contabile fiscalmente valido e regolare.”

3.  D. Nella domanda di partecipazione la firma digitale può essere apposta dal professionista incaricato alla redazione o presentazione della stessa in assenza della firma digitale da parte dell’impresa individuale?

R. Le domande di contributo dovranno essere compilate esclusivamente su apposito modulo allegato al bando scaricabile dal sito www.mc.camcom.it , sottoscritte in formato digitale dal legale rappresentante del soggetto richiedente; qualora venga delegato il professionista, è necessario inviare la copia del documento di identità del legale rappresentante e la relativa delega.

4.  D. La nostra azienda è iscritta alla Camera di Commercio di Ferrara ma abbiamo sede operativa ed unità locale nella provincia di Macerata; possiamo partecipare al bando?

R. Secondo quanto stabilito dall’art. 3 del bando, è necessario che l’impresa che presenta la domanda abbia sede legale, o unità locale o sedi secondarie nei comuni della provincia di Macerata interessati dagli eventi sismici a partire dal 24 agosto 2016, iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Macerata.

5.  D. Posso chiedere il contributo su un’unità locale ubicata in uno dei comuni colpiti dal sisma mai denunciata? Posso sanare oggi quella situazione?

R. No, perché alla data del sisma quella unità locale non era esistente al Registro Imprese.

6.  D. Quale perizia è richiesta dalla Camera di Commercio a corredo della domanda di partecipazione al bando?

R. La perizia richiesta dalla Camera di Commercio di Macerata è solo quella asseverata.

7.  D. Un'azienda, settore produttivo commercio, negozio vendita al dettaglio, con sede inagibile. Attività chiusa dal 26/10/2016 e non effettuata riapertura. La merce è stata è danneggiata a causa del sisma. L'azienda ha un altro punto vendita dove ha trasferito la restante merce non rovinata. Posso presentare la domanda per chiedere il rimborso della merce rovinata? 

R. La domanda può essere presentata dall’azienda nelle condizioni richieste dal bando, cioè:
-  Art. 4: (omissis) – acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti, danneggiati e non più riutilizzabili.
Tali spese devono essere riferite a beni indispensabili e connessi con l’attività dell’impresa e finalizzati al riavvio dell’attività produttiva, “beni mobili strumentali” e “scorte”, secondo quanto disposto dall’allegato 5). Il nesso causale tra i danni subiti dai beni mobili strumentali e da scorte e prodotti e gli eventi sismici deve essere in ogni caso comprovato e documentato mediante la presentazione di perizia tecnica asseverata, come specificato dal successivo art. 8.
-  Il punto vendita deve trovarsi in uno dei comuni rientranti nel cd. “cratere”(allegato 2 del bando);
 


[Chiarimenti e Semplificazioni pubblicate in precedenza]

- Le perizie di cui all'art. 4 paragrafo 2, e art. 7, paragrafo 4, lett. c) del Bando sono da intendersi come "asseverate", in accordo con le specificazioni fornite al successivo art. 8;
- Il modello di Domanda è stato semplificato nelle pagine 3 e 4, con riferimento all'elencazione degli allegati richiesti: 1) nel caso generale; 2) nella particolare ipotesi di ACCOGLIMENTO della domanda presentata, per gli stessi beni, presso l'ufficio speciale per la ricostruzione della Regione Marche (nel caso di procedimento in corso si ricade, infatti, nella casistica generale).

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Storie di Alternanza - Premio Nazionale delle Camere di Commercio - Scadenza: 27 ottobre 2017 ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2803C22S21/Storie-di-Alternanza---Premio-Nazionale-delle-Camere-di-Commercio---Scadenza--27-ottobre-2017.htm Tue, 03 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2803C22S21/Storie-di-Alternanza---Premio-Nazionale-delle-Camere-di-Commercio---Scadenza--27-ottobre-2017.htm





Il Premio Storie di Alternanza è un’iniziativa promossa dalle Camere di Commercio italiane con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti dei progetti di alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado.
 

Sono ammessi a partecipare al Premio “Storie di Alternanza” gli studenti regolarmente iscritti e frequentanti istituti scolastici italiani di secondo grado che abbiano svolto, a partire dall’entrata in vigore della legge 13 luglio 2015 n. 107, un percorso di alternanza scuola-lavoro (presso Imprese, Enti Pubblici, Professionisti, ecc.).

Per partecipare al Premio è prevista la realizzazione di un video che presenti l’esperienza di alternanza realizzata, le competenze acquisite e il ruolo dei tutor.

Le modalità di partecipazione al Premio sono riportate qui.

Termini per l’iscrizione al Premio e invio della documentazione:
- Sessione II Semestre 2017: entro il 27 ottobre 2017
- Sessione I Semestre 2018: domande dal 1° febbraio al 20 aprile 2018
 

:: Modalità di Partecipazione

:: Scheda di Sintesi

:: Domanda

:: Liberatoria Minorenni

:: Liberatoria Maggiorenni

 

 

]]>






Il Premio Storie di Alternanza è un’iniziativa promossa dalle Camere di Commercio italiane con l’obiettivo di valorizzare e dare visibilità ai racconti dei progetti di alternanza scuola-lavoro ideati, elaborati e realizzati dagli studenti e dai tutor degli Istituti scolastici italiani di secondo grado.
 

Sono ammessi a partecipare al Premio “Storie di Alternanza” gli studenti regolarmente iscritti e frequentanti istituti scolastici italiani di secondo grado che abbiano svolto, a partire dall’entrata in vigore della legge 13 luglio 2015 n. 107, un percorso di alternanza scuola-lavoro (presso Imprese, Enti Pubblici, Professionisti, ecc.).

Per partecipare al Premio è prevista la realizzazione di un video che presenti l’esperienza di alternanza realizzata, le competenze acquisite e il ruolo dei tutor.

Le modalità di partecipazione al Premio sono riportate qui.

Termini per l’iscrizione al Premio e invio della documentazione:
- Sessione II Semestre 2017: entro il 27 ottobre 2017
- Sessione I Semestre 2018: domande dal 1° febbraio al 20 aprile 2018
 

:: Modalità di Partecipazione

:: Scheda di Sintesi

:: Domanda

:: Liberatoria Minorenni

:: Liberatoria Maggiorenni

 

 

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ [Slide] Alternanza Day - Macerata ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2795C22S21/[Slide]-Alternanza-Day---Macerata.htm Tue, 03 Oct 2017 00:10:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2795C22S21/[Slide]-Alternanza-Day---Macerata.htm Alternanza Scuola-Lavoro



L’Alternanza Day è un’iniziativa del Sistema camerale per promuovere l’alternanza scuola-lavoro favorendo la costituzione di un network territoriale con gli istituti scolastici, il mondo delle imprese, gli enti pubblici e quelli del no profit.

Sono intervenuti: Giuliano Bianchi (Presidente della Camera di Commercio di Macerata), Giuseppe De Serio (Infocamere), Lorenza Natali (Responsabile Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata), Annalisa Franceschetti (Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata), Mario Guadagno (Segretario Generale della Camera di Commercio di Macerata).

Materiali presentati nel corso dell'evento:

:: Il Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola-Lavoro
[Giuseppe De Serio - Infocamere]


:: Scuola. Processo di Abilitazione
[Giuseppe De Serio - Infocamere]


:: Presentazione del Premio «Storie di alternanza», rivolto a scuole e studenti
Bandi per contributi/voucher dedicati alle imprese coinvolte nelle attività di Alternanza

[Lorenza Natali - Responsabile Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata]


:: Principali strumenti Excelsior per l’orientamento e l’Alternanza scuola lavoro
[Annalisa Franceschetti - Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata]

]]>
Alternanza Scuola-Lavoro



L’Alternanza Day è un’iniziativa del Sistema camerale per promuovere l’alternanza scuola-lavoro favorendo la costituzione di un network territoriale con gli istituti scolastici, il mondo delle imprese, gli enti pubblici e quelli del no profit.

Sono intervenuti: Giuliano Bianchi (Presidente della Camera di Commercio di Macerata), Giuseppe De Serio (Infocamere), Lorenza Natali (Responsabile Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata), Annalisa Franceschetti (Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata), Mario Guadagno (Segretario Generale della Camera di Commercio di Macerata).

Materiali presentati nel corso dell'evento:

:: Il Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola-Lavoro
[Giuseppe De Serio - Infocamere]


:: Scuola. Processo di Abilitazione
[Giuseppe De Serio - Infocamere]


:: Presentazione del Premio «Storie di alternanza», rivolto a scuole e studenti
Bandi per contributi/voucher dedicati alle imprese coinvolte nelle attività di Alternanza

[Lorenza Natali - Responsabile Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata]


:: Principali strumenti Excelsior per l’orientamento e l’Alternanza scuola lavoro
[Annalisa Franceschetti - Area Promozione, Camera di Commercio di Macerata]

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Controversie nel settore idrico - Conciliazione in Camera di commercio ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2797C22S21/Controversie-nel-settore-idrico---Conciliazione-in-Camera-di-commercio.htm Wed, 20 Sep 2017 00:09:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2797C22S21/Controversie-nel-settore-idrico---Conciliazione-in-Camera-di-commercio.htm La Camera di commercio di Macerata e l'AAto 3 Marche Centro Macerata, Ente di regolazione locale del servizio idrico integrato,   hanno siglato una Convenzione per l’utilizzo del Servizio di conciliazione delle Camera di commercio per la risoluzione di eventuali controversie che dovessero insorgere nei rapporti tra l’AAto 3 Macerata ed i consumatori/utenti, in relazione all’erogazione dei servizi offerti,  allo scopo di  evitare il ricorso alla giustizia ordinaria e di ridurre i tempi ed i costi del contenzioso.

Le procedure di conciliazione gestite nell’ambito della Convenzione terranno conto delle seguenti indicazioni:
- L’assenza dell’obbligo dell’assistenza degli avvocati
- Le tariffe prestabilite e dello stesso importo di quelle della mediazione obbligatoria
- Eventuale proposta di accordo formulata dal mediatore solo su richiesta congiunta delle parti
- Il valore di titolo esecutivo del verbale di conciliazione sottoscritto dalle parti.

L’adesione alla presente Convenzione rappresenta quindi uno strumento per facilitare i rapporti tra consumatori/utenti e Gestori di servizi pubblici nonché un modello di riferimento per organizzare al meglio l’offerta dei servizi a vantaggio dei consumatori/imprese valorizzando e specializzando ulteriormente l’Istituto della Conciliazione delle Camere di commercio.

]]>
La Camera di commercio di Macerata e l'AAto 3 Marche Centro Macerata, Ente di regolazione locale del servizio idrico integrato,   hanno siglato una Convenzione per l’utilizzo del Servizio di conciliazione delle Camera di commercio per la risoluzione di eventuali controversie che dovessero insorgere nei rapporti tra l’AAto 3 Macerata ed i consumatori/utenti, in relazione all’erogazione dei servizi offerti,  allo scopo di  evitare il ricorso alla giustizia ordinaria e di ridurre i tempi ed i costi del contenzioso.

Le procedure di conciliazione gestite nell’ambito della Convenzione terranno conto delle seguenti indicazioni:
- L’assenza dell’obbligo dell’assistenza degli avvocati
- Le tariffe prestabilite e dello stesso importo di quelle della mediazione obbligatoria
- Eventuale proposta di accordo formulata dal mediatore solo su richiesta congiunta delle parti
- Il valore di titolo esecutivo del verbale di conciliazione sottoscritto dalle parti.

L’adesione alla presente Convenzione rappresenta quindi uno strumento per facilitare i rapporti tra consumatori/utenti e Gestori di servizi pubblici nonché un modello di riferimento per organizzare al meglio l’offerta dei servizi a vantaggio dei consumatori/imprese valorizzando e specializzando ulteriormente l’Istituto della Conciliazione delle Camere di commercio.

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Registro Nazionale per l'Alternanza Scuola Lavoro ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2715C22S21/Registro-Nazionale-per-l-Alternanza-Scuola-Lavoro.htm Tue, 12 Sep 2017 00:09:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2715C22S21/Registro-Nazionale-per-l-Alternanza-Scuola-Lavoro.htm Alternanza Scuola-Lavoro


La legge di riforma n. 107/15 ha reso obbligatorio svolgere un periodo di alternanza scuola lavoro per gli studenti delle scuole superiori.

Allo stesso tempo ha introdotto per le Camere di Commercio la nuova funzione di tenuta e di gestione del registro nazionale per l'alternanza scuola-lavoro, all’interno del quale confluiscono tutti i soggetti che prestano la propria collaborazione nei progetti di alternanza scuola lavoro, senza oneri.
 


 

Iscriversi è semplice

L’iscrizione al registro per l’alternanza scuola-lavoro è gratuita ed è aperta a tutte le imprese iscritte al registro delle imprese: società di capitali, società di persone, imprese individuali e altre forme, agli enti pubblici e privati ed ai professionisti.

L’impresa, l’ente pubblico e privato od il professionista possono iscriversi esclusivamente online, andando nella home page del sito scuolalavoro.registroimprese.it e selezionando “PROFILO”. 

Tutte le informazioni devono essere sottoscritte con firma digitale del legale rappresentante o dal titolare dell’impresa; mentre per le successive modifiche è possibile delegare un terzo soggetto.

Le imprese possono iscriversi nel portale scuolalavoro.registroimprese.it, oltre che con la firma digitale, anche utilizzando solamente la propria PEC istituzionale. L'obiettivo è agevolare l'iscrizione permettendo di completare l'operazione anche a chi non dispone della firma digitale. La modalità operativa, dettagliata nella Guida disponibile sul portale è analoga a quella già in essere per i professionisti e gli enti pubblici.

Gli uffici camerali sono sempre a disposizione per eventuali chiarimenti (i recapiti telefonici si trovano in fondo a questa pagina).
 



La corretta iscrizione dell’impresa nel registro per l’alternanza scuola-lavoro è notificata tramite un messaggio PEC inviato alla casella PEC dell’impresa. Con l’iscrizione, l’impresa risulta automaticamente presente sul sito scuolalavoro.registroimprese.it e ricercabile al pubblico.

L’importanza di un’esperienza di lavoro nel corso degli anni della scuola superiore non risiede, tuttavia, nell’obbligatorietà del percorso quanto, piuttosto, nella necessità di permettere ai nostri giovani di crescere, potersi confrontare con il mondo del lavoro prima che siano chiamati a farne parte, per consentire loro di testare talenti e sviluppare competenze, così come di apprendere in pratica quanto studiato in teoria. 

Per l’azienda, lo studio professionale, l’ente o l’associazione è occasione di confronto costruttivo, perché affiancare un giovane studente e trasmettere il proprio sapere permette anche di riflettere sul proprio lavoro e sulla propria organizzazione e perché offre la possibilità sia di valutare e testare un possibile futuro lavoratore sia di assicurare al sistema Paese e al proprio territorio persone più preparate, in grado di restituire quanto appreso in termini di benessere e di sviluppo futuri per l’insieme degli operatori economici.

Non a caso il governo ha inteso prevedere nella legge di stabilità del 2017 incentivi per chi assume proprio studenti che hanno svolto in precedenza presso la propria struttura l’alternanza.

Per questo occorre, tuttavia, ampliare la platea di coloro, siano imprese, ordini professionali, enti pubblici, associazioni private, che fino ad oggi hanno offerto la collaborazione nella realizzazione di questi percorsi, consentendo alle scuole di poter disporre di un numero maggiore e certificato di contatti e soluzioni.

Iscriversi, dunque non è solo facile ma utile a se stessi e alla comunità.

Gli uffici camerali sono sempre a disposizione per eventuali, ulteriori, chiarimenti.
 

Camera di Commercio di Macerata
Area Promozione 

Responsabile:
Lorenza Natali - 0733.251230

Gruppo di Lavoro:
Valentino Lafera - 0733.251228
Paola Fogante - 0733.251275
Nerio Ceccherini - 0733.251214

]]>
Alternanza Scuola-Lavoro


La legge di riforma n. 107/15 ha reso obbligatorio svolgere un periodo di alternanza scuola lavoro per gli studenti delle scuole superiori.

Allo stesso tempo ha introdotto per le Camere di Commercio la nuova funzione di tenuta e di gestione del registro nazionale per l'alternanza scuola-lavoro, all’interno del quale confluiscono tutti i soggetti che prestano la propria collaborazione nei progetti di alternanza scuola lavoro, senza oneri.
 


 

Iscriversi è semplice

L’iscrizione al registro per l’alternanza scuola-lavoro è gratuita ed è aperta a tutte le imprese iscritte al registro delle imprese: società di capitali, società di persone, imprese individuali e altre forme, agli enti pubblici e privati ed ai professionisti.

L’impresa, l’ente pubblico e privato od il professionista possono iscriversi esclusivamente online, andando nella home page del sito scuolalavoro.registroimprese.it e selezionando “PROFILO”. 

Tutte le informazioni devono essere sottoscritte con firma digitale del legale rappresentante o dal titolare dell’impresa; mentre per le successive modifiche è possibile delegare un terzo soggetto.

Le imprese possono iscriversi nel portale scuolalavoro.registroimprese.it, oltre che con la firma digitale, anche utilizzando solamente la propria PEC istituzionale. L'obiettivo è agevolare l'iscrizione permettendo di completare l'operazione anche a chi non dispone della firma digitale. La modalità operativa, dettagliata nella Guida disponibile sul portale è analoga a quella già in essere per i professionisti e gli enti pubblici.

Gli uffici camerali sono sempre a disposizione per eventuali chiarimenti (i recapiti telefonici si trovano in fondo a questa pagina).
 



La corretta iscrizione dell’impresa nel registro per l’alternanza scuola-lavoro è notificata tramite un messaggio PEC inviato alla casella PEC dell’impresa. Con l’iscrizione, l’impresa risulta automaticamente presente sul sito scuolalavoro.registroimprese.it e ricercabile al pubblico.

L’importanza di un’esperienza di lavoro nel corso degli anni della scuola superiore non risiede, tuttavia, nell’obbligatorietà del percorso quanto, piuttosto, nella necessità di permettere ai nostri giovani di crescere, potersi confrontare con il mondo del lavoro prima che siano chiamati a farne parte, per consentire loro di testare talenti e sviluppare competenze, così come di apprendere in pratica quanto studiato in teoria. 

Per l’azienda, lo studio professionale, l’ente o l’associazione è occasione di confronto costruttivo, perché affiancare un giovane studente e trasmettere il proprio sapere permette anche di riflettere sul proprio lavoro e sulla propria organizzazione e perché offre la possibilità sia di valutare e testare un possibile futuro lavoratore sia di assicurare al sistema Paese e al proprio territorio persone più preparate, in grado di restituire quanto appreso in termini di benessere e di sviluppo futuri per l’insieme degli operatori economici.

Non a caso il governo ha inteso prevedere nella legge di stabilità del 2017 incentivi per chi assume proprio studenti che hanno svolto in precedenza presso la propria struttura l’alternanza.

Per questo occorre, tuttavia, ampliare la platea di coloro, siano imprese, ordini professionali, enti pubblici, associazioni private, che fino ad oggi hanno offerto la collaborazione nella realizzazione di questi percorsi, consentendo alle scuole di poter disporre di un numero maggiore e certificato di contatti e soluzioni.

Iscriversi, dunque non è solo facile ma utile a se stessi e alla comunità.

Gli uffici camerali sono sempre a disposizione per eventuali, ulteriori, chiarimenti.
 

Camera di Commercio di Macerata
Area Promozione 

Responsabile:
Lorenza Natali - 0733.251230

Gruppo di Lavoro:
Valentino Lafera - 0733.251228
Paola Fogante - 0733.251275
Nerio Ceccherini - 0733.251214

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Open Data Italia - Dataset Imprese aggiornati al 31 agosto 2017 ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A2052C22S21/Open-Data-Italia---Dataset-Imprese-aggiornati-al-31-agosto-2017.htm Mon, 11 Sep 2017 00:09:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A2052C22S21/Open-Data-Italia---Dataset-Imprese-aggiornati-al-31-agosto-2017.htm

Open Data Explorer
Il servizio - ideato e realizzato dalla Camera di Commercio di Macerata con tecnologie JavaScript - utilizza le API di ed è connesso a dataset, costantemente aggiornati, espressi in .

Menu di Navigazione
Clicca sul menu in alto per visualizzare i dati relativi a tutte le Province e Regioni italiane.

Mappe e Grafici Interattivi
Agendo su menu a discesa, bottoni ed altri strumenti, è possibile selezionare specifici valori delle variabili (es. Territorio, Settore di Attività Economica e Tempo). I menu a discesa supportano l'autocompletamento dei caratteri digitati.

Dataset
Premendo il bottone "Esplora il Dataset" è possibile visualizzare i dati in forma tabellare e selezionare singolarmente le variabili di Riga, Colonna e Filtro.
Le Serie Storiche consentono di filtrare i dati (selezione multipla) e ordinare i record (cliccando sulle etichette di colonna).
Le Tabelle Pivot consentono di ottenere, in modo dinamico, un layout flessibile.

Contatti: Fabio Castelletti
fabio.castelletti@mc.camcom.it
]]>

Open Data Explorer
Il servizio - ideato e realizzato dalla Camera di Commercio di Macerata con tecnologie JavaScript - utilizza le API di ed è connesso a dataset, costantemente aggiornati, espressi in .

Menu di Navigazione
Clicca sul menu in alto per visualizzare i dati relativi a tutte le Province e Regioni italiane.

Mappe e Grafici Interattivi
Agendo su menu a discesa, bottoni ed altri strumenti, è possibile selezionare specifici valori delle variabili (es. Territorio, Settore di Attività Economica e Tempo). I menu a discesa supportano l'autocompletamento dei caratteri digitati.

Dataset
Premendo il bottone "Esplora il Dataset" è possibile visualizzare i dati in forma tabellare e selezionare singolarmente le variabili di Riga, Colonna e Filtro.
Le Serie Storiche consentono di filtrare i dati (selezione multipla) e ordinare i record (cliccando sulle etichette di colonna).
Le Tabelle Pivot consentono di ottenere, in modo dinamico, un layout flessibile.

Contatti: Fabio Castelletti
fabio.castelletti@mc.camcom.it
]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )
<![CDATA[ Pubblicati i nuovi dati statistici sulla Demografia delle Imprese, aggiornati al 31 luglio 2017 ]]> http://www.mc.camcom.it/P42A242C22S21/Pubblicati-i-nuovi-dati-statistici-sulla-Demografia-delle-Imprese--aggiornati-al-31-luglio-2017.htm Mon, 07 Aug 2017 00:08:00 GMT Rss http://www.mc.camcom.it/P42A242C22S21/Pubblicati-i-nuovi-dati-statistici-sulla-Demografia-delle-Imprese--aggiornati-al-31-luglio-2017.htm
Dati Statistici - Demografia delle Imprese (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese Artigiane (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese Femminili (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese: Schede Comunali - Camera di Commercio di Macerata
Dati Statistici - Demografia delle Imprese Giovanili (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese: Imprenditoria Straniera (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese: Grafici e Cartogrammi - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese: Aperture di Procedure Concorsuali - Camera di Commercio di Macerata
Dati Statistici - Commercio Estero - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Lavoro - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Credito Bancario - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Protesti - Camera di Commercio di Macerata
Dati Statistici - Marchi e Brevetti - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Indagine Congiunturale sull'Industria Manifatturiera - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Grafici Interattivi (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataOpen Data Imprese Attive [RDF Data Cube Linked Open Data - JSON-stat] - Italia e Provincia di Macerata - Camera di Commercio di Macerata

Open Data Explorer - Camera di Commercio di Macerata


Sono stati pubblicati i nuovi Dati Statistici Mensili sulla consistenza delle imprese attive nella provincia di Macerata (dettaglio comunale) e in Italia (dettaglio provinciale), le Sintesi Provinciali trimestrali ed annuali e i dati mensili sulle Aperture di procedure concorsuali e di fallimento.

I dati contenuti nei documenti di questa sezione, in continuo aggiornamento, si riferiscono a tutti i soggetti tenuti all'iscrizione presso il Registro delle Imprese, la fonte più completa ed aggiornata della demografia economica del Paese.
 

Vai alla pagina con i nuovi dati  -  Procedure Concorsuali e Fallimenti

RDF Data Cube e XML Opendata
Open Data Italia: Demografia Imprese, Grafici Interattivi, Dati Statistici
Opendata Italy: Business Demography, Dataviz and Statistics

]]>

Dati Statistici - Demografia delle Imprese (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese Artigiane (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese Femminili (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese: Schede Comunali - Camera di Commercio di Macerata
Dati Statistici - Demografia delle Imprese Giovanili (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese: Imprenditoria Straniera (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese: Grafici e Cartogrammi - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Demografia delle Imprese: Aperture di Procedure Concorsuali - Camera di Commercio di Macerata
Dati Statistici - Commercio Estero - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Lavoro - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Credito Bancario - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Protesti - Camera di Commercio di Macerata
Dati Statistici - Marchi e Brevetti - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Indagine Congiunturale sull'Industria Manifatturiera - Camera di Commercio di MacerataDati Statistici - Grafici Interattivi (Italia e Provincia di Macerata) - Camera di Commercio di MacerataOpen Data Imprese Attive [RDF Data Cube Linked Open Data - JSON-stat] - Italia e Provincia di Macerata - Camera di Commercio di Macerata

Open Data Explorer - Camera di Commercio di Macerata


Sono stati pubblicati i nuovi Dati Statistici Mensili sulla consistenza delle imprese attive nella provincia di Macerata (dettaglio comunale) e in Italia (dettaglio provinciale), le Sintesi Provinciali trimestrali ed annuali e i dati mensili sulle Aperture di procedure concorsuali e di fallimento.

I dati contenuti nei documenti di questa sezione, in continuo aggiornamento, si riferiscono a tutti i soggetti tenuti all'iscrizione presso il Registro delle Imprese, la fonte più completa ed aggiornata della demografia economica del Paese.
 

Vai alla pagina con i nuovi dati  -  Procedure Concorsuali e Fallimenti

RDF Data Cube e XML Opendata
Open Data Italia: Demografia Imprese, Grafici Interattivi, Dati Statistici
Opendata Italy: Business Demography, Dataviz and Statistics

]]>
redazione@mc.camcom.it ( Redazione mc.camcom.it )